Spazio Cucina

Lo sformato di zucca – ricetta che avevo quasi dimenticato

…ma io dimentico molto facilmente, quindi è da farci poco caso! Un’altra ricetta oggi proveniente dal vecchio blog (che così, tanto per chi volesse andare a sbirciare, si trova ancora qui), è una ricetta che spesso propongo in inverno, quando dell’orto mi resta solo la zucca violina, che mannaggia a me quest’anno non ho seminato per lasciar spazio alle delica, strabuone, ma che non durano altrettanto in dispensa. Qui di seguito una vecchia immagine che testimonia i miei primi esperimenti di orto in giardino, ora è molto meglio!

From LemeLeme.

Primi esperimenti di orto in giardino
oh.. ma ci sono anche io!

Vabbè.. tornando alla ricetta,

Ingredienti per una teglia di medie dimensioni:

  • 1 zucca violina di medie dimensioni
  • 1 bella patata lessa
  • 1 carota
  • 1 cipollona di tropea
  • 3 uova intere
  • noce moscata
  • sale pepe
    x la bescaimella:
  • 50 g di burro
  • 500 ml di latte
  • 50 g di maizena o farina di riso
  • sale
  • noce moscata

Procedimento: nel solito padellone in ceramica si mettono ad appassire la cipolla e la carota; nel frattempo, dopo aver faticosamente privato della buccia la zucca, la si tagliata a pezzettoni e la si aggiunge alla cipolla facendola soffriggere un pochino; si versa un mezzo bicchiere di acqua, si copre e si lascia stufare fino a che diventa bella morbida. A questo punto si spegne il fuoco e ci si rivolge alla besciamella. Io la faccio, non la compro, trovo assurdo comprarla, come trovo assurdo comprare i preparati per il budino. Visto che esistono diverse correnti per la preparazione della besciamella, trascrivo come procedo io: stempero la farina nel burro ammorbidito (quando avevo il microonde usavo quello, poi un giorno ci ha lasciati in una cortina di fumo maleodorante), aggiungo piano-piano-piano-sennò-fa-i-grumi il latte freddo, metto sul fuoco, correggo di sale e noce moscata, e sempre mescolando attendo che si addensi. Zucca fredda, besciamella pronta. In un bel ciotolone, con il frullatore ad immersione, riduco la zucca in purea, aggiungo le uova, la besciamella, correggo eventialmente di sale e pepe, la noce moscata non è mai abbastanza. Verso il composto in una bella tortiera e inforno a forno bello caldo per circa 40 minuti. Può essere servita sia calda che fredda, accompagnandola con dell’aceto balsamico, a mio parere la restrizione di aceto balsamico è la morte sua.. ma è una questione di gusti. gnam

Annunci

One thought on “Lo sformato di zucca – ricetta che avevo quasi dimenticato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...