Cure naturali/Erbacìa/Fitoterapia

La Lavanda

Quanti articoli e quante informazioni si possono trovare approposito della lavanda, si rischia di perdersi in un labirinto di collegamenti tra le azioni fitoterapiche, nuovi ibirdi, possibili nuove applicazioni, e una miriade di prodotti cosmetici – tra cui il mio famoso sapone presentato ieri qui. Le informazioni che riporto qui sotto sono in parte tratte da un articoletto che ho scritto quest’estate su un sito dove ho avuto il piacere di collaborare alla stesura della sezione La farmacia nell’orto. Il resto l’ho scovato un po’ tra vecchi appunti, vecchi libri e google (ovviamente).

lavanda copiaLa Lavanda è una pianta perenne, appartenete alla famiglia delle Lamiacee, molto diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo, che comprende circa 40 specie, numerose varietà ed ibridi chiamati Lavandini. E’ un arbusto sempreverde a fusti eretti alti fino ad 1m, ramificati e legnosi alla base, con foglie lanceolate, grigio-verde, e fiori blu-violetto raggruppati in spighe apicali; il frutto è un achenio che contiene un solo seme all’interno. Tra le diverse specie, le più ricordate sono: la Lavandula officinalis (L. spica) conosciuta dai tempi antichi per le sue proprietà, oggi viene usata anche a scopo decorativo in giardini e aiuole, dato che forma fitte siepi basse; la L. dentata le cui foglie hanno margini dentati e non lisci come le altre. Invece tra i diversi ibridi, il più usato nell’industria profumiera, per l’alto contenuto di olio essenziale, si chiama Lavandula hybrida, ibrido naturale e sterile di L. officinalis e L. spica.

La droga è costituita dalle parti aeree fiorite, raccolte tra giugno e settembre, all’inizio della  fioritura per l’uso erboristico o al massimo della fioritura per l’industria profumiera. Una volta colti, i fusti di lavanda possono essere riuniti in mazzetti ed essiccati a testa in giù in un ambiente ventilato e al riparo dalla luce. I fiori mantengono molto a lungo il loro profumo e possono essere messi in sacchetti di tela e riposti in armadi e cassetti per la profumazione e la protezione dalle tarme della biancheria.

L’olio essenziale di lavanda è composto principalmente da cineolo, canfora, linalolo e linalilacetato, presenti in concentrazione diversa in base alla varietà. [ndr Il linalolo è una delle 26 sostanze allergizzanti scondo la normativa (L. 713/86); questo non significa che non è sicuro, solo che potrebbe dare reazione nei soggetti più sensibili se presente in alte concentrazioni, va inserito in etichetta e bisogna fare qualche calcolo in più per valutare la sicurezza finale del prodotto.]

Usi, proprietà e benefici della Lavanda: La lavanda è conosciuta fin dai tempi antichi per le sue proprietà antiemetiche, antisettiche, analgesiche, battericide, vasodilatatorie, antinevraliche ed considerata anche un blando sedativo.

L’olio essenziale viene usato in cosmesi per il suo profumo; in aromaterapia come riequilibrante del sistema nervoso, antidepressivo e tranquillizzante, e come decongestionante delle prime vie respiratorie.

Le foglie e i fiori in cucina vanno usati con moderazione: il loro aroma intenso potrebbe mascherare interamente il sapore delle pietanze; un’idea semplice è lo zucchero alla lavanda, preparato mescolando lo zucchero con un pochino di fiori secchi, da usare nella preparazione di alcuni dolci; le foglie invece vengono usate per mitigare il forte aroma dell’agnello.

effetti collaterali, avvertenze: L’olio essenziale di lavanda, può provocare dermatiti e se assunto in quantità eccessive può risultare velenoso. Va usato con cautela nei bambini sotto i 12 anni e nelle donne in gravidanza e allattamento. E comunque, soprattutto in caso di patologie o se si assumono farmaci, è sempre utile la supervisione del proprio medico curante.

Consigli pratici: e vemiamo al dunque finalmente!

in cucina:

ZUCCHERO AROMATIZZATO ALLA LAVANDA: ottimo nel the e nella preparazione di alcuni dolci; in reatà, utilizzando lo stesso metodo e correggendo a gusto le proporzioni si può preparare lo zucchero alla melissa, alla menta, al cacao e..

  • 60g zucchero bianco semolato
  • 1 cucchiaio di fiori freschi di lavanda

Si pestano nel mortaio 60g di zucchero bianco semolato con un cucchiaio circa di fiori di lavanda freschi, si invasa in barattolini di vetro ben chiusi. Lo zucchero così aromatizzato va lasciato riposare almeno una settimana prima del consumo.

Come rimedio per alcuni lievi mali:

TISANA O INFUSO DI LAVANDA: per curare gli stati ansiosi, il mal di testa i capogiri, la flatulenza, le nausee e l’alitosi. Rimedio per la tosse e come digestivo, diuretico:

  • 1 cucchiaino di fiori
  • 100ml di acqua bollente

lasciare in infusione 5 minuti, filtrare. Berne tre tazzine al giorno lontano dai pasti.

OLIO DELL’ABATE KNEIPP: utile per contrastare l’inappetenza.

  • 15g di fiori freschi
  • 150g di olio di oliva

a macero per un mese agitando spesso. L’olio filtrato si conserva in una bottiglia di vetro scuro chiusa e se ne consumano 5 gtt su una zolletta di zucchero 2 volte al giorno.

BAGNO RILASSANTE ALLA LAVANDA: qualche goccia di olio essenziale nella vasca per ottenere un effetto rilassante.

Desperate housewives addicted:

DETERSIONE DELLA CASA: per profumare la biancheria nei cassetti e negli armadi, ed avere anche un effetto antitarme,  si possono preparare alcuni sacchettini di tela riempiti di fiori di lavanda essiccati.

Queste sono solo alcune idee, altre le posterò a parte, come per il sapone molle fatto con l’argilla e lavanda, che ora riposa nell’armadio, stagiona, profuma e combatte le tarme!

Annunci

One thought on “La Lavanda

  1. Pingback: Lavanda, pace, amore e serenità | l'equilibrista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...